CHI SIAMO

 

Arcadia Concilia srl è l’Organismo di Mediazione della  UIL accreditato al Ministero della Giustizia al n. 931 con provvedimento del Dipartimento per gli Affari di Giustizia, Direzione Generale delle Giustizia Civile del 13 settembre 2012.

 

La UIL da tempo impegnata nell’erogazione dei propri servizi ai cittadini crede  fermamente in  questo  nuovo e indispensabile istituto giuridico che ha deciso di promuovere avvalendosi al proprio interno di una “Segreteria Tecnica” (Legal Specialist Team) costituita da professionisti  di comprovata esperienza  nella gestione e nel coordinamento delle procedure di Mediazione.

 

 

 

Che cos'è la mediazione

Per avviare la mediazione  

 

Stampa e compila il modulo in allegato 

 

L’istanza deve contenere: 

 

a) indicazione del Tribunale territorialmente competente a conoscere la controversia; 

b) le generalità e gli indirizzi completi, compresi  numeri di telefono, di fax e gli indirizzi 

    email, di tutte le parti e dei loro rappresentanti; 

c) una descrizione del motivo del contendere unitamente ad una sintetica esposizione 

  dei fatti;  

d) l'indicazione del valore della lite determinato ai sensi del codice di procedura civile.  

e) ogni altro documento che la parte ritenga utile allegare: 

f) la dichiarazione dell’istante di aver preso conoscenza del presente Regolamento, e di 

   accettarlo; 

g) l’eventuale dichiarazione dell’istante di acconsentire alla comunicazione alle altre

    parti dei documenti da lui prodotti; 

h) la dichiarazione di aver preso cognizione dell’informativa sul trattamento dei dati 

  personali, e di cui al modello depositato presso la Segreteria Tecnica e reperibile sul 

 sito telematico dell’Organismo, ai sensi dell’art. 13 del decreto legislativo n. 196 del 2003. 

 

La richiesta di avvio della procedura compilata in modo incompleto o errato è 

considerata dall’organismo come non pervenuta. 

 

L’ istanza e i relativi allegati vanno presentati alla segreteria dell'Organismo non spillati. 

 

All’istanza di mediazione vanno allegati: 

 

la ricevuta di avvenuto pagamento delle spese di avvio del procedimento per un importo 

  pari ad € 48,80 IVA inclusa.  

 

Qualora la parte istante richieda all’Organismo di effettuare le comunicazioni di avvio 

 procedura a mezzo racc. a.r., la stessa, verserà oltre alle spese di avvio, la somma aggiuntiva 

 di  € 5,00, per ogni  parte da convocare in mediazione;  

Le notifiche a mezzo email, PEC ed a mezzo fax non comportano alcun costo. 

 

info privacy sottoscritta 

 

L’istanza di mediazione compilata in ogni sua parte e completa di tutta la documentazione

sopra menzionata, può essere spedita con una delle seguenti modalità:  

 

1. Via email su info@arcadiaconcilia.it; 

2. Via pec su arcadiaconcilia@legalmail.it; 

3. Via fax sul numero 06/45496011; 

4. Con raccomandata  a.r. da spedire ad 

   Arcadia Concilia srl, via di Tor Fiorenza n. 35  – 00199 Roma. 

 

Il pagamento può essere effettuato: 

 

a mezzo bonifico bancario intestato a ARCADIA CONCILIA SRL sul conto corrente 

presso  Unipol Banca cod.  IBAN:  IT76L0312703206000000001249.  

  

Causale (spese avvio procedura di mediazione o indennità di mediazione + nome e cognome 

parte che effettua il pagamento)  

 

I vantaggi della mediazione

  • Durata della mediazione: il procedimento di Mediazione ha una durata non superiore a tre  mesi, decorrenti dalla data di deposito della domanda di mediazione, ovvero dalla scadenza di quello fissato dal Giudice per il deposito della stessa e, anche nei casi in cui il Giudice dispone il rinvio della causa ai fini della Mediazione, non è soggetto a sospensione feriale. Il primo incontro viene fissato non oltre trenta giorni dal deposito dell'istanza.

 

  • Costi certi e contenuti: le spese di mediazione si suddividono in spese di avvio (€ 48,80 iva compresa) e indennità di procedura (che si calcola in base al valore della controversia).

     Nel caso di mancato accordo all'esito del primo incontro, nessuna indennità è dovuta all'organismo di mediazione, ad eccezione delle spese di avvio del procedimento.

    Alle parti che sostengono i costi della mediazione è riconosciuto, in caso di successo della procedura, un credito di imposta commisurato all’indennità stessa, fino a concorrenza di € 500,00, mentre in caso di insuccesso della  Mediazione, il credito di imposta è ridotto della metà.

 

  • Esecutività dell'accordo in presenza degli avvocati: ove tutte le parti aderenti alla mediazione siano assistite da un Avvocato, l'accordo che sia stato sottoscritto dalle parti e dagli stessi Avvocati costituisce titolo esecutivo per l'espropriazione forzata, l'esecuzione per consegna o rilascio, l'esecuzione degli obblighi di fare o non fare, nonchè per l'iscrizione di ipoteca giudiziale, senza necessità di omologa da parte del Tribunale. Gli avvocati attestano e certificano la conformità dell'accordo alle norme imperative ed all'ordine pubblico. 

Tipi di Mediazione

La mediazione può essere:

 

Mediazione volontaria: le parti in lite possono scegliere liberamente se rivolgersi o meno ad un Organismo di mediazione e decidere in qualsiasi momento di abbandonare il tavolo delle trattative  senza incorrere in nessuna penalizzazione.

 

Mediazione obbligatoria: le parti in lite, in una serie di materie specificamente indicate dalla legge, sono obbligate ad esperire un previo tentativo di mediazione, che è condizione di procedibilità del relativo giudizio. Ove la parte invitata alla mediazione obbligatoria non si presenti all’incontro, la stessa può incorrere in una serie di penalizzazioni nel successivo processo. Ove le parti non accettino la proposta di conciliazione eventualmente formulata dal mediatore, le stesse possono incorrere in una serie di penalizzazioni nel successivo processo.

 

Mediazione delegata: il Giudice dinanzi al quale pende il processo, dunque, in materia diversa di quelle per cui  la mediazione è obbligatoria, può invitare le parti a recarsi presso un Organismo di mediazione ove ricorrano una serie di presupposti indicati dalla Legge. In questo caso la Mediazione delegata dal Giudice diventa condizione di procedibilità del relativo processo.

 

Mediazione convenzionale: il contratto, lo Statuto o l’atto costitutivo di un ente possono prevedere la Mediazione come necessaria in caso di controversia insorta nell’interpretazione o nell’esecuzione del relativo atto. In questo caso la fonte dell’obbligo è contrattuale e non normativa.